Il primo osservatorio astronomico fu fatto costruire nel 1972 dal parroco Don Giovanni Capace, sul tetto della casa parrocchiale di Alpette.

Nel 1987, per iniziativa della Scuola di Astronomia “Francesco Zagar”, il Comune di Alpette, con la collaborazione della Regione Piemonte e della Provincia di Torino, costruì un nuovo osservatorio sulla parte più alta dell’edificio comunale, trasferendovi il telescopio del parroco.

Attualmente l’osservatorio è caratterizzato da una cupola metallica del diametro di circa 5,5 metri. Il telescopio principale è dotato di un riflettore Ritchey-Chretien del diametro di 60 cm in grado di scorgere astri più deboli del pianeta Plutone, e di fotografare stelle di oltre la 18° magnitidine. Il telescopio principale è affiancato da un telescopio rifrattore apocromatico da 12 cm. con focale di un metro.

Questi telescopi sono strumenti ideali per osservare oggetti celesti della nostra galassia come pianeti, nebulose, ammassi stellari ed altre galassie più lontane.

L’attività svolta dall’osservatorio, prevalentemente di carattere didattico/divulgativo, è dedicata principalmente alle scuole di ogni ordine e grado, e a quanti sono interessati all’astronomia.

Si organizzano visite guidate, con l’osservazione degli oggetti celesti al telescopio, e si svolgono seminari e conferenze nel salone situato nella parte sottostante la specola.